mar 16

Non vi ho abbandonato, ecco a cosa ho lavorato fin ora:

http://rondeslab.altervista.org

Quello è il nuovo blog che ho creato in collaborazione con mio fratello,

con il suo aiuto spero di riuscire a fare meglio di quanto fatto qui.

Questo sito mi ha dato tante soddisfazionie per questo

ringrazio le più di 100000 visite che ho accumulato.

apr 30

Nella giornata di ieri si è resa disponibile la versione finale dell’attesissimo Ubuntu 10.04: la Lince Lucida (non sanno più che nomi inventarsi!). Si tratta di un evento importante anche se, come ormai avrete imparato seguendo queste pagine, l’uscita di una nuova versione di ubuntu avviene ogni 6 mesi, con questa versione però è stato raggiunto un bel traguardo: il raggiungimento della versione 10.

Forse è per questo che i programmatori si sono sbilanciati a fare scelte, forse un pò troppo azzardate, che hanno fatto discutere gli utenti di mezzo mondo… ma vediamo di quali cambiamenti si stà parlando:

Continua a leggere »

apr 16

eMule 9.50a è scaricabile direttamente e gratuitamente qui.

Ed ecco le nuove caratteristiche (tratte direttamente dal sito ufficiale italiano di eMule):

  • Aggiunto un nuovo tipo di link ed2k: “ed2k://|search|[searchterm]|/”
    che fa partire una ricerca in eMule con il termine specificato
  • Barra di progresso gloale nella taskbar per chi ha Windows 7
  • Fix vari per risolvere problemini con Windows 7
  • Ottimizzazione nel codice di upload per incrementare la velocità massima specialmente nelle LAN
  • Modificata Kad per funzionare meglio in piccole LAN: riconosce quando emule sta funzionando esclusivamente in una LAN e assume correttamente di essere in stato open e non “firewalled”.
  • Aggiunto un nuovo grafico nella finestra Kad, che consente di osservare ogni ricerca Kad in dettaglio (curiosità per gli sviluppatori)
  • eMule ora utilizza ED2k-Hash + AICH-Hash + Dimensione File per identificare i file stessi, perciò ora utilizza due algoritmi di hashing simultaneamente (MD4 e SHA1) epr verificare una parte ricevuta
  • Si possono abilitare nuovamente i file “sparse” su windows 7 (su vista non funzionano). Attenzione alla frammentazione del disco fisso!
  • Kad versione 1 non è più supportato e non risponde più a richieste da nodi di tipo 1 (l’ultima versione di eMule con Kad1 risale a 4 anni fa).
  • Vagonate di fix e di problemi di consumo di ram (memleak)
feb 20

Arduino è una piattaforma di prototipazione elettronica open-source che si basa su hardware e software flessibili e facili da usare. È stata creata per artisti, designer, hobbisti e chiunque sia interessato a create oggetti o ambienti interattivi.

La scheda Arduino è in grado di interagire con l’ambiente in cui si trova ricevendo informazioni da una grande varietà di sensori, e controllando luci, motori e altri attuatori.

Il microprocessore sulla scheda è programmato utilizzando il linguaggio di programmazione Arduino (basato su Wiring) e l’ambiente di sviluppo Arduino (basato su Processing). I progetti sviluppati con Arduino possono essere stand-alone, oppure possono comunicare con software in esecuzione su un computer (per esempio Flash, Processing, MaxMSP).

La scheda più essere costruita o acquistata già assemblata; il software può essere scaricato gratuitamente. I progetti di riferimento dell’hardware (file CAD) sono distribuiti con licenza open-source, sei libero di adattarli secondo le tue necessità.

Arduino ha ricevuto una Menzione d’Onore nella sezione Digital Communities del Ars Electronica Prix 2006.

dic 24

Diciamoci la verità, questo decisamente non è un periodo tranquillo per la rete italiana, sapete a cosa mi riferisco.

Ci sarebbero tante di quelle cose da dire sulla questione, i mezzi di informazione ufficiali ancora una volta si sono dimostrati non affidabili e se dovessi iniziare a parlare finirei con l’essere volgare quindi dato che siamo a natale e tutti più buoni non premerò tasto sull’argomento. Avremo tutti il tempo di sbollire i nostri animi.

Ho pensato che in questi giorni tanto bui la risata potesse essere una buona medicina, ed eccovi quindi gli spettacoli di natale dell’ormai nostro Jeff Dunham, spero non la prendiate male se quelli che riporto sono degli anni passati ma sono gli unici già sottotitolati in italiano.

Achmed’s Jingle Bombs

Very Special Christmas Special

Atto 1

Atto 2

Atto 3

nov 28

download_ubuntu-910

Prima di tutto vi devo le mie scuse: ho iniziato a scrivere questo articolo nella settimana in cui sono usciti sia Windows 7 che il nuovo Ubuntu ma per cause di forze maggiori (lavoro) non ho più trovato il tempo di finire di scrivere. Il poco tempo che ho trovato mi è amalapena bastato per provare entrambi i sistemi operativi… comunque sia eccomi qui.

Questo mese a meno di improvvisi colpi di scena sarà il più importante dell’anno per quanto riguarda l’informatica: l’ufficiale ed attesissima uscita di Windows 7, il nuovo sistema operativo di casa Microsof di cui si parlava già prima che dovesse uscire Vista, e la nuova relase di Ubuntu 9.10 Karmic Koala decisamente meno attesa di Windows 7 ma solo perchè per ubuntu vengono rilasciate nuove versioni ogni 6 mesi.

Considerando che in questo articolo tratterò ben due sistemi operativi contemporaneamente si preannuncia una lunga lettura quindi credo sia il caso di interrompere qui l’introduzione e di cominciare subito a parlare di…

Continua a leggere »

ott 17

Gray Alien

Nei cerchi nel grano si trovano spesso rappresentazioni scientifiche, ed in questo articolo si soffermeremo su queste.

Purtroppo le persone in grado di interpretare correttamente i cerchi nel grano sono poche, in quanto i simboli sono complessi e richiedono avanzate conoscenze scientifiche per essere interpretati, e  spesso si attribuiscono significati errati ai cerchi nel grano, ad esempio spacciando per fiore quella che ad un esame più attento è la camera di risonanza magnetica di uno strumento che produce microonde. Spesso non ci si rende conto che anche dei dettagli insignificanti sono importanti, come dei puntini vicino alle formazioni che hanno un significato importantissimo, in quanto indicano ad esempio il fatto che sono l’atmosfera dato che all’interno della formazione c’è un disegno che si riferisce a un dispositivo o situazione in condizioni di vuoto (non c’è l’aria).

Esistono delle regole universali per quanto riguarda i cerchi nel grano:

- La prima regola universale è che i messaggi dei cerchi nel grano consistono in messaggi formati da molti disegni presenti in molti cerchi nel grano, quindi un messaggio non va interpretato esaminando una sola formazione nel grano ma tutta la sequenza di messaggi collegati.

- La seconda regola universale è che chi fa i cerchi nel grano pensa in termini di comunicazione grafica e non in termini di comunicazione audio.

- La terza regola universale è che uno stesso concetto viene spiegato più volte, spesso disegnato con prospettive differenti e con rappresentazioni 2D e 3D.

- La quarta regola universale è che i disegni nel grano hanno spesso un significato scientifico, spesso riguarda tecnologia avanzata oppure sono rappresentazioni di elementi astronomici, e tutto questo può essere rappresentato anche tramite elementi che sembrano “scarabocchi senza senso” oppure rappresentazioni di cose che assomigliano a simboli della cultura umana.

Andiamo quindi a dare un’occhiata a dei dispositivi tecnologici descritti in dettaglio in molti cerchi nel grano apparsi nel corso di diversi anni.

Continua a leggere »

ott 14

hackertree

Vi propongo questa storiella che naviga in rete da un parecchio tempo, si tratta di un racconto breve e divertente ma che fà riflettere.

Il diario personale di un individuo che decide di diventare un hacker per far colpo sulle ragazze, e come primo passo decide di installare linux, perchè i veri hacker usano linux. Ecco quindi le pagine del suo diario, giorno per giorno nel disperato tentativo di installare Deban.

Continua a leggere »

set 22

Scrivo per segnalarvi un ottimo dissippatore per CPU che mi è capitato di montare ultimamente, si tratta del Triton 88 della Asus, di questo prodotto mi ha colpito particolarmente la sua versatilità… infatti è uno dei sistemi di raffreddamento in grado di essere montato su una vasta gamma di socket sia Intel che AMD ed inoltre, grazie alle apposite guide laterali (incluse nella confezione) è possibile attrezzarlo con due ulteriori ventole laterali (non incluse) di dimensioni pari (120mm) a quella centrale presente di serie nel dissippatore.

Continua a leggere »

set 20

pinza_crimpare

Nell’articolo precedente dedicato alle reti domestiche vi ho mostrato com’è possibile collegare tra loro più computer attraverso un router, ora voglio insegnarvi come si può costruire un cavo ethernet in modo da non dover attendere i comodi di un negozio di informatica che ve li fornirebbe ad un prezzo sicuramente maggiore rispetto a quello che spendereste se li fabbricaste voi. L’unica spesa “pesante” consiste nella pinza crimpatrice, ma considerato che una volta acquistata potremo sempre usufruirne nel momento del bisogno non sono soldi buttati, ma vediamo cos’altro ci serve:

- Naturalmente i cavi, possiamo procurarci un cavo UTP (Unshielded Twisted Pair) ossia un cavo con coppie avvolte non schermato (non protetto da interferenze elettromagnetiche), se volessimo strafare possiamo utilizzareun cavo STP (Shilded Twisted Pair) simile ad UTP con schermatura in calza metallica. In entrambi i casi è bene non andare oltre i 30 metri di lunghezza in quanto rischieremmo di perdere il segnale con conseguente abbassamento di velocità.

Per quanto riguarda la categoria dei cavi… io consiglio l’utilizzo della categoria 5 ma se dovete fare tratti brevi potete utilizzare anche la 4 o addirittura la 3 se volete risparmiare, vi ricordo che questi cavi si possono acquistare in negozi di materiale elettrico anche in matasse di diversi metri;

- Connettori RJ45, costituiscono la spesa minore quindi potreste anche pensare di procurarvene un intero sacchetto sempre presso un negozio di materiale elettrico, se siete sicuri del numero di cavi che dovete crimpare comprate il doppio di connettori dato che ce ne servono 2 per cavo;

- Infine serve una pinza crimpatrice per i connettori RJ45, acquistabile presso il solito negozio di materiale elettrico, modelli professionali costano relativamente troppo ma accontentandoci di una pinza “non di marca” potremmo spendere intorno ai 20€. Si tratta, come ho introdotto prima, della spesa più consistente ma utile anche perchè solitamente pinze di questo tipo possono crimpare connettori di diverso tipo (oltre all’RJ45 di solito accoppiato con l’RJ11), per darvi un idea di come è fatta una pinza crimpatrice… immagine di apertura.

- Facoltativamente è possibile atrezzarsi con un tester in modo da verificare l’effettivo funzionamento del cavo, il tester può arrivare a costare molto ed è bene munirsene solo nel caso si abbia intenzione di crimpare molti cavi di rete.

Continua a leggere »

Create your own free site