set 22

Scrivo per segnalarvi un ottimo dissippatore per CPU che mi è capitato di montare ultimamente, si tratta del Triton 88 della Asus, di questo prodotto mi ha colpito particolarmente la sua versatilità… infatti è uno dei sistemi di raffreddamento in grado di essere montato su una vasta gamma di socket sia Intel che AMD ed inoltre, grazie alle apposite guide laterali (incluse nella confezione) è possibile attrezzarlo con due ulteriori ventole laterali (non incluse) di dimensioni pari (120mm) a quella centrale presente di serie nel dissippatore.

Continua a leggere »

set 20

pinza_crimpare

Nell’articolo precedente dedicato alle reti domestiche vi ho mostrato com’è possibile collegare tra loro più computer attraverso un router, ora voglio insegnarvi come si può costruire un cavo ethernet in modo da non dover attendere i comodi di un negozio di informatica che ve li fornirebbe ad un prezzo sicuramente maggiore rispetto a quello che spendereste se li fabbricaste voi. L’unica spesa “pesante” consiste nella pinza crimpatrice, ma considerato che una volta acquistata potremo sempre usufruirne nel momento del bisogno non sono soldi buttati, ma vediamo cos’altro ci serve:

- Naturalmente i cavi, possiamo procurarci un cavo UTP (Unshielded Twisted Pair) ossia un cavo con coppie avvolte non schermato (non protetto da interferenze elettromagnetiche), se volessimo strafare possiamo utilizzareun cavo STP (Shilded Twisted Pair) simile ad UTP con schermatura in calza metallica. In entrambi i casi è bene non andare oltre i 30 metri di lunghezza in quanto rischieremmo di perdere il segnale con conseguente abbassamento di velocità.

Per quanto riguarda la categoria dei cavi… io consiglio l’utilizzo della categoria 5 ma se dovete fare tratti brevi potete utilizzare anche la 4 o addirittura la 3 se volete risparmiare, vi ricordo che questi cavi si possono acquistare in negozi di materiale elettrico anche in matasse di diversi metri;

- Connettori RJ45, costituiscono la spesa minore quindi potreste anche pensare di procurarvene un intero sacchetto sempre presso un negozio di materiale elettrico, se siete sicuri del numero di cavi che dovete crimpare comprate il doppio di connettori dato che ce ne servono 2 per cavo;

- Infine serve una pinza crimpatrice per i connettori RJ45, acquistabile presso il solito negozio di materiale elettrico, modelli professionali costano relativamente troppo ma accontentandoci di una pinza “non di marca” potremmo spendere intorno ai 20€. Si tratta, come ho introdotto prima, della spesa più consistente ma utile anche perchè solitamente pinze di questo tipo possono crimpare connettori di diverso tipo (oltre all’RJ45 di solito accoppiato con l’RJ11), per darvi un idea di come è fatta una pinza crimpatrice… immagine di apertura.

- Facoltativamente è possibile atrezzarsi con un tester in modo da verificare l’effettivo funzionamento del cavo, il tester può arrivare a costare molto ed è bene munirsene solo nel caso si abbia intenzione di crimpare molti cavi di rete.

Continua a leggere »

set 03

netgear_router

Nei precedenti articoli dedicati alle reti domestiche abbiamo visto come collegare tra loro due pc, adesso prendiamo in esame il caso in cui dobbiamo connettere tra loro 3 o più computer. In questo caso la procedura di configurazione è praticamente identica a quella usata precedentemente, sarà però necessario erigere una infrastruttura di rete molto più complessa del semplice tirare un cavo. Ma andiamo con calma, vediamo inanzitutto di cosa abbiamo bisogno:

- Ovviamente i computer da collegare!

- Un numero di cavi ethernet diretti pari a quello dei pc da connettere;

- Un router (come nel’immagine d’apertura) con relativa alimentazione e cavo rj-11, il cosidetto doppino telefonico.

- Se i computer da connettere sono di più delle porte disponibili sul router servirà anche un Hub di rete e un ulteriore cavo ethernet sempre diretto per poter fare il ponte tra router e hub;

- Se i computer sono un pò vecchiotti e non hanno la connessione ethernet integrata serviranno anche due schede ethernet come quelle usate precedentemente;

Dato che in questa guida useremo un router sarà necessario configurare anche questo oltre ai computer, essendo un dispositivo dotato di molte funzioni non le tratterò tutte ma solo quelle indispensabili allo scopo della connessione.

Inoltre eviterò di riscrivere tutta la procedura di configurazione dei computer in quanto identica a quella che trovate nella guida precedente con qualche piccolo accorgimento. Terminata questa breve introduzione possiamo iniziare ad assemblare la rete.

Continua a leggere »

ago 24

Piu ampio e versatile, il case Antec P193 si distingue dai prodotti della concorrenza perche e in grado di offrire tutto lo spazio necessario per ospitare i piu grandi componenti hardware disponibili sul mercato. Grazie alle tecnologie Quiet Computing™ e a caratteristiche di raffreddamento come la struttura a doppio scomparto e il sistema di ventole a velocita variabile, il case P193 costituisce veramente una categoria a parte.

Continua a leggere »

ago 02

asus-eeepc-701

L’eeepc di Asus ha segnato una svolta nel mondo dell’informatica, infatti per la prima volta un portatile diventa degno di questo nome. Lo schermo da 15 pollici tipico dei portatili classici svanisce lasciando posto a schermi ben più piccoli (8 – 10″) ma di buona risoluzione, la tastiera si riduce all’essenziale così come l’hardware interno che vede però la presenza degli ultimi ritrovati della tecnologia come Hard disk allo stato solido (senza parti in movimento) veloci, silenziosi, leggeri e robusti. E’ l’inizio della lotta tra i vecchi Notebook e questa nova categoria Netbook, computer pensati per essere usati ovunque e prevalentemente a scopo di navigazione in rete.

In questo tutorial voglio mostrarvi come è possibile installare Linux Ubuntu su un Netbook Asus eeepc 701 (4G), il primo modello Asus, il tutto è stato testato personalmente con ottimi risultati su questo modello pertanto per modelli più recenti non dò alcuna garanzia anche se credo che non dovrebbero esserci differenze.

Continua a leggere »

lug 25

ipconfig

A questo punto della “guida alle reti domestiche” non posso non spiegare cosa siano gli indirizzi IP, infatti finchè lo scopo è quello di connettere due PC tra loro è semplicissimo e per la maggior parte delle situazioni automatico, le cose si complicano nel caso in cui la rete consista in diversi dispositivi da collegare, ho scritto dispositivi non a caso dato che come vedremo nella prossima guida per collegare più di 2 computer ci serviranno aggeggi come Router e Switch, si cominciarà a parlare di infrastrutture di rete e come intuibile sarà necessario configurare molti più parametri, di conseguenza è indispensabile conoscere ciò che si stà impostando.

Tanto per farvi capire subito l’estrema importanza di ciò che stò per riportare inizio col dirvi che IP stà per Internet Protocol, protocollo (di interconnessione) internet e per farla breve è la lingua con cui i sistemi connessi possono comunicare tra loro.

Continua a leggere »

giu 27

scheda_ethernet

Dopo i “Concetti fondamentali per la scelta di una rete” ecco il secondo articolo dedicato alle reti domestiche, questa volta andrò un pò più nello specifico mostrandovi come connettere tra loro due PC, quindi per prima cosa procuratevi il materiale necessario:

- Naturalmente i due computer da collegare!

- Un cavo ethernet incrociato (crossover) almeno a Cat.5 della lunghezza che vi serve (non superiore alla ventina di metri);

- Se i computer sono un pò vecchiotti e non hanno la connessione ethernet integrata serviranno anche due schede ethernet come quella nell’immagine.

In questo articolo descriverò la procedura da seguire in Windows Xp, ma le stesse cose valgono anche per qualsiasi altro sistema operativo con qualche leggera differenza nelle interfaccie, ci tengo a sottolineare che con Windows Vista la configurazione è nella maggior parte dei casi automatica mentre nel caso di una configurazione manuale è più semplice di quella di Xp.

Continua a leggere »

mag 08

lan

Questo articolo apre un argomento non ancora trattato tra queste pagine: le reti domestiche.

Può sembrare un tema banale e che non necessita di molte spiegazioni, inutile dire che non è così infatti mi rimane difficile scrivere tutto ciò che c’è da sapere in un unico intervento, da qui la necessità di dividere il tutto su più articoli, in primo luogo per non affaticare e confondere i lettori con troppe informazioni tutte in una volta ed inoltre questo mi permette di dividere gli argomenti in base al livello di esperienza di chi legge… in pratica: ecco i concetti fondamentali!

Continua a leggere »

Create your own free site