mag 03

Sicuramente vi sarete ritrovati almeno una volta a dover nascondere dei file e non sapere come fare… La propietà “nascosto” di windows era una buona alternativa se non fosse che è conosciuto da chiunque… insomma se lo conoscono tutti a che serve?

In questo articolo voglio mostrarvi un metodo conosciuto da pochi e molto ma molto più efficace, dovremo però crearci un piccolo script in Dos.

Apriamo notepad e scriviamo:

Copy /b immagine.jpg + archiviodanascondere.rar immagineearchivio.jpg

Salviamo e rinominiamo il file con estensione .bat, se non vi permette di modificare l’estensione basta andare in Visualizza/opzioni cartella/visualizzazione e deselezionare “nascondi le estensioni dei tipi di file riconosciuti”

Nella stessa cartella del file appena creato, mettiamoci un file immagine chiamato con il nome che avete messo nello script, in questo caso immagine.jpg e un archivio winrar nel quale andremo a comprimere i file che vogliamo nascondere, ovviamente anche questo archivio dovrà chiamarsi con lo stesso nome che abbiamo usato prima e in questo caso archiviodanascondere.rar.

Avviamo lo script, succederà una cosa che ha dell’incredibile: verrà creata nella stessa cartella un altro file immagine, nominato come indicato nello script (immaginearchivio.jpg) che se aperto ci mostrerà l’immagine che abbiamo copiato prima… Bello, no? tutto esattamente come prima. A parte un dettaglio: il file pesa esattamente quento l’immagine copiata più le dimensioni dell’archivio. Che significa?

Significa che se selezioniamo con il tasto destro del mouse il file immagine e clicchiamo “Apri con..” e selezioniamo winrar… indovinate… ci viene mostrato il vecchio archivio con i nostri file segreti e in ottimo stato.

Tutto questo è possibile grazie alla funzione Copy /b che permette di trattare i singoli bit, in questo caso di sommarli. Ricordo che perchè funzioni è indispensabile scrivere prima l’immagine e poi l’archivio (non fate: archiviodanascondere.rar + immagine.jpg) inoltre rispettate rigorosamente le maiuscole (anche nell’estensione).

mag 02

Vi voglio proporre alcuni film dedicati al mondo Hacker:

hackers

Hackers: è un film del 1995, quando l’hacking era ancora giovane… la trama del film è pura invenzione anche se alcuni nomi dei personaggio si riferiscono alla realtà. Il protagonista è un hacker molto famoso sotto il nome Zero cool ed è un Virus writter (colui che scrive i virus informatici per migliorare le propie abilità, non per provocare danni). Zero Cool viene arrestato da piccolo e costretto a non avvicinarsi ad un Pc fino che non avesse compiuto i 18 anni. Già il giorno del suo diciottesimo compleanno cracca una stazione televisiva per ottenere la visione di un film come “regalo di compleanno”. Si inserisce in un gruppo di giovani hacker ma cambia nome in Crashoverride… ora non voglio rovinarvi la visione del film quindi mi fermo.

hackers_2_takedown

Hackers 2 Takedown: Non è il proseguimento dei primo, questo infatti narra la storia di un cracker realmente esistente: Kavin Mitnik. Il film narra del modo in cui è stato arrestato grazie all’aiuto di un hacker. Questo non significa che Kevin sia malvagio ma al contrario, l’attore lo interpreta come un eroe.

Mitnik è un eroe! (questo è un mio parere personale) se io avessi solo 1/300 della sua bravura non sò che farei ma lui nonostante avesse le capacità di rovesciare il mondo tramite internet non lo ha mai fatto e non ha nemmeno cercato di arricchirsi tramite la fatica altrui rapinando online le banche. voleva solo la verità.

Forse tratterò un pò meglio la storia di questo cracker in futuro, per ora mi fermo.

pirati-della-silicon-valley

I pirati della Silicon Valley: è la storia di come Bill Gates e Stive Jobs si sono fatti strada per giungere dove sono ora, rispettivamente a capo della Microsoft e della Apple.

the_matrix

Matrix: non c’è descrizione che basterebbe, ha una miriade di significati nascosti che si possono cogliere solo pensando da hacker. è il mio film preferito, non sò più quante volte l’ho rivisto. Se c’è qualche poveretto che non si è ancora deciso a vederlo forse è il caso di rimettersi in pari con gli anni.

apr 29

Tutti abbiamo notato che, in Windows, nel momento in cui inseriamo un cd nel lettore l’icona che lo identifica cambia in quella del programma che contiene… Vi siete mai chiesti come avviene? è semplicissimo: nel supporto è stato inserito un apposito file chiamato AutoRUN.inf che contiene, oltre al codice per l’esecuzione automatica del programma nel momento in cui si inserisce il supporto, anche l’indirizzo dell’icona da utilizzare.

Potremo utilizzare questo facile sistema anche sui nostri dischi removibili (altrimenti detti pendrive, penne USB). Così:

Accediamo al supporto, apriamo il file: autorun.inf, se non è presente creiamolo noi. Scriviamo:

[autorun]
icon=icone/Floppy 2.ico

Autorun è ovviamente per l’avvio automatico, mentre la riga sotto indica l’ubicazione dell’icona da utilizzare. Questa deve logicamente essere memorizzata sul suporto stesso per essere visualizzabile ed avere estensione .ico.

apr 27

Telnet è un protocollo molto vecchio, quasi antico, pensate che veniva utilizzato quando i browser di navigazione ed i programmi di posta non esistevano ancora. Telnet veniva usato per tutto, è stato poi via via abbandonato con l’introduzione di programma su misura… vedi internet explorer, firefox, opera o per la posta outlok, thunderbird ecc… Però esiste ancora.

Ora vi spiegherò come utilizzarlo per leggere la posta elettronica in modo davvero geek. La prima cosa da fare è entrare nel terminale Telnet, semplicemente digitando dalla shell: telnet.

Continua a leggere »

Create your own free site