lug 21

vu-meter

Per cominciare credo sia il caso di spendere qualche parola per farvi capire di cosa stiamo parlando…

Co’è un Vu Meter? Semplicemente un apparecchio che misura l’intensità del suono  usato prevalentemente su sistemi audio professionali si trova sempre più spesso in versione digitale con visualizzazzione del valore tramite led.

Il funzionamento è banale: l’intensità del suono in un sistema elettrico varia al variare della corrente circolante nel circuito, quindi il Vu Meter altro non è che un amperometro costruito in modo da essere molto sensibile ad ogni sbalzo di corrente anche minimo.

Fatta questa breve ma necessaria anticipazione possiamo passare alla costruizione del nostro misuratore attività dell’hard disk a lancetta, preciso che nonostante quanto starete probabilmente pensando la realizzazione di questo progetto è molto semplice, richiede poceh saldature e pochi componenti.

Cosa ci serve:

- Naturalmente un Vu Meter a lancetta (analogico) con un qualsiasi valore di mA (i più comuni sono   5mA,100mA,250mA,…). Dato che andremo a misurare un segnale debolissimo 5mA bastano e avanzano;

- Un  trimmer da 10k;

- Un condensatore elettrolitico da 1 uF;

- Un molex maschio con rispettivi pin (potete ricavarne uno già fatto togliendolo da un alimentatore in disuso);

- Un connettore da motherboard completo di cavi (probabilmente dovrete chiedere in un negozio di informatica);

- Alcuni spezzoni di cavo in rame isolato di sezione 0.5mm o 1mm.

Per costruirlo:

vu-meter-hdd

Inanzitutto controllate sul retro del Vu Meter (nei pressi dei terminali) la polarità, partiremo propio dal Vu Meter e seguiremo lo schema a sinistra dall’alto verso il basso.

Collegate il condensatore rispettando le polarità, il Negativo del Vu con il – del condensatore, identificabile in quanto cè una fascia bianca con una serie di zeri sul lato del terminale negativo, l’altro terminale del condensatore pertanto sarà il positivo ed andrà collegato con il + del Vu Meter.

Dal negativo del Vu Meter (e quindi anche del condensatore) saldate il cavo che andrà al connettore della scheda madre.

Ora colleghiamo il Trimmer, questo ha 3 terminali, osservandoli bene vi accorgerete che sono assimmetrici, colleghiamo il + del Condensatore (e dunque anche de Vu) ad uno dei due terminali affiancati, mentre il terminale a parte andrà saldato al cavo che andrà al pin +5V del Molex.

In un connettore Molex i 5V si prelevano dal cavo rosso, guardando il molex dalla parte di collegamento e con la parte liscia rivolta verso il basso è a destra.

Saldiamo bene tutto e isoliamo le parti scoperte con nel nastro isolante. Il nostro Vu Meter per hard disk è pronto ad essere collegato.

Colleghiamo il molex ad un altro molex libero dell’alimentatore del PC, mentre il connettore più piccolo và collegato sulla scheda madre sul pin negativo del led dell’hard disk, di solito è identificato con qualcosa ditpo HDD LED GND, lo trovate insieme a tutti gli altri pin che collegano la scheda madre alla mascherina frontale del case, a fianco di pulsante di accensione, reset, led di accensione, audio di sistema. Il positivo del led HDD non varrà utilizzato e pertanto rimmarrà nudo.

Funzionamento:

Il funzionamento è molto semplice il segnale viene preso dalla massa del led dell’HDD sulla scheda madre, il condensatore serve ad addolcire lo spostamento della lancetta, che data l’incredibile attività di un hard disk sarebbe stato troppo repentino, basta vedere con quale velocità si accende e si spegne il led che indica l’attività dell’HDD a cui questo circuito si sostituisce… immaginate una lancetta che passa da un lato all’altro ad ogni accensione del led!

Il Trimmer ha la funzione di taratura del Vu Meter, in pratica girando la vitina potremo decidere fin dove far arrivare la lancetta senza mai farla andare oltre il limite imposto dalla scala di misurazione.

Consigli sugli acquisti

Dovreste riuscire ad acquistare per pochi euro tutti i conponenti nei negozi di elettronica, il Vu Meter dovrebbe essere acquistabile anche presso negozi di materiale elettrico dove tra l’altro troverete sicuramente anche i cavi, mentre i connettori dovreste riuscire a trovarli nei negozzi di informatica. Nel peggiore dei casi provate nelle fiere di elettronica dove tra l’altro li paghereste molto meno.

4 Risposte a “Vu Meter analogico per Hard Disk”

  1. Kron Says:

    Scusa, approfitto della tua disponibilità per una domanda banale.
    tralasciando il discorso dell’HD mi spiegheresti perchè in un VU Meter presente in un ampli HI-FI il valore di 0 db corrisponde ad un volume elevato al limite della soglia rossa? La scala non dovrebbe essere invertita ? (lo 0 a fondo scala).
    Sostanzialmente ti chiedo un aiuto su come leggere un VU meter su un HI FI e come interpretsarne la scala in db….grazie anticipatamente

  2. Ronde88 Says:

    Sfortunatamente non sono un esperto di impianti HI-FI, però ti ho trovato questo che spiega tutto molto meglio di come potrei fare io: http://www.publitalia.it/pi80/VisualizzaDocumento.do?id=10745

  3. Seba94 Says:

    Mi complimento, il tuo sito è veramente molto molto bello. E ho apprezzato molto anche questo articolo.

    Grazie!

  4. John Connor Says:

    Ciao Ronde88, buona giornata.
    Vorrei sapere se, questo schema è valido anche per misurare l’attività della C.P.U.?
    Ho già testato quanto generosamente hai voluto mettere a nostra disposizione, con eccellenti risultati positivi, in caso contrario mi puoi cortesemente far sapere, dove posso trovare uno schema valido per i miei scopi? Ti ringrazio anticipatamente, un cordiale saluto, a presto ;-)

Lascia un commento

*

Create your own free site